Comunità Montana Sirentina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuti nel sito della Comuntà Montana Sirentina

Incontro nazionale Ecomusei nel Casentino per un ‘’Manifesto strategico’’. La Comunità Montana Sire

Email Stampa PDF

Incontro nazionale Ecomusei nel Casentino  per un ‘’Manifesto strategico’’. La Comunità Montana Sirentina presente ed a studiare l’Unione dei Comuni Montani.

Gli Ecomusei italiani per creare una rete nazionale, dopo il primo incontro di Trento del novembre scorso, si sono ritrovati in Toscana, in provincia di Arezzo, presso l’Unione dei Comuni Montani del Casentino, nel Castello dei conti Guidi a Poppi.

Si è trattato di due giorni, dall’8 al 9 maggio, di intenso lavoro per redigere un manifesto strategico degli Ecomusei italiani in rete, al fine di rendere più forte e solidale quell’Italia rurale, dal grande potenziale ancora inespresso, creando una maggiore sinergia fra cultura e turismo, più attenta sia alla domanda interna che a quella straniera. All’Expo di Milano gli Ecomusei in rete, per iniziativa di quello friulano del Gemonese, parteciperanno in stretta collaborazione con Slow Food Italia con il progetto denominato Eco Slow Road con l’obiettivo di collegare le realtà ecomuseali italiane, caratterizzate da un patrimonio agroalimentare significativo, al fine di promuovere e valorizzare le risorse e i beni, materiali e immateriali, presenti sui propri territori.

La Comunità Montana Sirentina, attualmente commissariata, ha scelto di partecipare ai lavori sia per aver avviato già da oltre 15 anni un progetto di Ecomuseo, sia perché la Terra del Casentino, ex Comunità Montana, gestita ora da un’Unione di Comuni Montani, presenta dei comuni denominatori, essendo un Ecomuseo insistente in un omonimo Parco Nazionale.

L’attività svolta dai toscani costituisce una buona pratica, un modello da studiare, al fine di ricercare soluzioni possibili anche nell’Abruzzo montano, dove, come nel caso della Sirentina, ente soppresso e commissariato, non si è riusciti ancora a costituire alcuna Unione di Comuni Montani, o fusione fra quelli più piccoli, per essere propulsivi e uscire dal guado.

Hanno partecipato ai lavori: il Sindaco di Castel di Ieri Fernando Fabrizio – un architetto fortemente motivato nel rendere il proprio territorio turisticamente appetibile in virtù del ricco patrimonio storico, architettonico e paesaggistico- e lo scrivente, dipendente dell’Ente Montano, Giovanni Pizzocchia, che in questi anni ha curato i contatti con gli Ecomusei italiani, partecipando attivamente ad importanti appuntamenti nazionali.

Tali istituzioni, nate come neologismo in Francia da Hugues de Varine, considerato il padre degli Ecomusei, in occasione dell’insediamento del Ministro dell’Ambiente nel 1971, si profilano sempre più, attraverso un constante lavoro in progress, similmente ai Distretti Culturali, come possibili organizzazioni attive sul territorio per favorire lo sviluppo locale, in particolar modo nelle aree rurali, in un momento epocale di cambiamenti e di crisi. Si tratta di deduzioni emerse altresì nei lavori di ricerca condotti nel progetto Europeo SyculTour - www.sycultour.eu - dove la Sirentina è stata partner italiano insieme alla Provincia Autonoma di Trento con altri paesi europei. L’obiettivo è stato quello di trovare soluzioni e strategie possibili da adottare per lo sviluppo delle aree rurali del Sud Est Europeo, adattabili alle proprie realtà.

Come ha affermato il sociologo Bauman, la nostra società è diventata sempre più liquida, destrutturata, perfino i confini degli stati nazione sembrano sempre più labili.

L’Ecomuseo, ripartendo dai valori di base delle realtà locali ed individuando vere e proprie mappe di comunità in rete fra loro a livello nazionale, si presenta come soluzione innovativa, un antidoto a tale liquefazione. Le comunità locali con i propri paesaggi, le proprie peculiarità e radici storiche, vengono considerate in una prospettiva dinamica che guarda al futuro. Dovranno essere, dunque, comunità responsabili, attive, aperte ai mutamenti culturali e all’integrazione, resilienti e contrastanti la crisi socioeconomica, il degrado e tutto ciò che appare come minaccia, per meglio vivere i mutamenti paradigmatici, epocali.

A cura di Giovanni Pizzocchia

Ufficio Stampa Comunità Montana Sirentina - Ecomuseo d’Abruzzo - Referente comunicazioni Progetto sycultour

http://www.sycultour.eu/partners/mountain-community-sirentina-cms

S.P. 11 Sirentina, 14 – 67029 SECINARO AQ – Italy

Tel. (+39) 086479175 fax (+39) 0864797207

Giovanni Pizzocchia

 

Ecomusei in rete come leva di sviluppo locale. Incontro a Trento. La Sirentina fra i partecipanti

Email Stampa PDF

Da Trento la proposta di una rete degli Ecomusei come leva per lo sviluppo locale durevole. La Comunità Montana Sirentina, Ecomuseo d’Abruzzo, fra i partecipanti.

 

Per iniziativa della Provincia Autonoma di Trento - città del Concilio, antica Tridentum romana, “ponte” tra Italia e Mitteleuropa – con i suoi Ecomusei trentini, si è svolta, nei giorni 15 e 16 novembre 2014, un’importante due giorni nazionale dedicata alle tematiche: “Patrimonio culturale, comunità, sviluppo locale durevole” ed “alla costituzione di una rete Italiana degli Ecomusei”.

La location dell’evento è stata il MUSE: il Museo delle Scienze, in stile terzo millennio, che sorge dalla riqualificazione dell'ex area Michelin, firmato da Renzo Piano ed inaugurato nel 2013. “Una struttura di 12.000 metri quadri che ospita cinque piani più uno interrato, oltre a una serra tropicale, una vera e propria green-house che interpreta le biodiversità planetarie, non il "classico" museo che espone quadri o sculture ma un luogo ‘moderno e innovativo’ dove il vero protagonista è il visitatore”.

La Comunità Montana Sirentina, già partner della Provincia Autonoma di Trento, nel progetto europeo Sycultour, www.sycultour.eu, che coniuga cultura e turismo per lo sviluppo delle aree rurali del Sud Est Europeo, è stata sollecitata a partecipare poiché già dal 1999, nell’ambito dei propri programmi e progetti istituzionali, aveva assunto la denominazione ‘’Ecomuseo d’Abruzzo’’, grazie alle peculiarità paesaggistiche, antropologiche, storiche ed architettoniche, nel cuore dell’Abruzzo interno.

Star dell’evento è stato il museologo di fama mondiale Hugues De Varine, riconosciuto come padre degli Ecomusei, autore dell’importante libro “Radici del futuro. Il patrimonio culturale al servizio dello sviluppo locale”, il quale ha rimarcato come l’Ecomuseo, se ben interpretato, adottando opportune metodologie da adeguare in base alle specificità, punti di forza e peculiarità locali, possono essere oggi un’istituzione leva per lo sviluppo, come nuovo paradigma e antidoto alla crisi, in quanto si riconosce al binomio patrimonio culturale-comunità non solo un ruolo nel passato e nella tradizione ma come soggetto responsabile, dinamico, proiettato nel futuro, per uno sviluppo durevole, evolutivo economicamente e socialmente.

Ad aprire i lavori è stato Walter Nicoletti della Scuola di Comunità, ‘’Declinazioni al futuro’’, www.scuoladicomunita.it , il quale ha esordito con una slide importantissima sull’Articolo 9 della Costituzione italiana, spesso dimenticato, sulla valenza istituzionale di un Ecomuseo: ‘’La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione’’.

Importanti contributi sono stati dati all’evento da Daniele Jalla, presidente dell’ICOM Italia, International Council of Museums -  l'organizzazione internazionale dei musei. Sono intervenuti inoltre il direttore del MUSE Michele Lanzinger, che ha fatto gli onori di casa e il dirigente della Provincia alla Cultura Claudio Martinelli. La giornata di domenica, moderata dalla museologa Adriana Stefani, coordinatrice della rete Ecomusei del Trentino, oltre al saluto dell’assessore delegato della Provincia trentina, ha visto l’intervento di vari rappresentati degli ecomusei italiani, al fine di costituire una rete nazionale per rafforzare il ruolo di questo strumento di sviluppo locale. La partecipazione della Comunità Montana Sirentina, in qualità di Ecomuseo d’Abruzzo, è stata particolarmente apprezzata, poiché rappresenta un esempio di realtà dal potenziale ancora inespresso, per cui, operando in rete con gli altri ecomusei, grazie al confronto ed allo stimolo, potrà meglio estrinsecare i propri valori e le proprie tipicità, spronando, “contaminando” e coinvolgendo gli attori del proprio territorio, Comuni, Parco, imprenditori e associazioni culturali, facendo sistema; ma soprattutto la Regione Abruzzo dovrà formulare una legge regionale sugli Ecomusei che, ad oggi, a differenza di molte Regioni, ancora tarda ad arrivare.

La Comunità Montana Sirentina, commissariata, manifesta la propria volontà nel mettere la propria sede e risorse, con annesso albergo non reso fruibile già a causa della ventilata chiusura dell’Ente, a disposizione come sede permanente dell’Ecomuseo d’Abruzzo, in rete con tutti gli ecomusei nazionali e di quelli nascenti in Regione.

 

 

A cura di Giovanni Pizzocchia – Ufficio Stampa

Comunità Montana Sirentina - Ecomuseo d’Abruzzo

Referente comunicazioni Progetto sycultour

http://www.sycultour.eu/partners/mountain-community-sirentina-cms

S.P. 11 Sirentina, 14 – 67029 SECINARO AQ – Italy

Tel. (+39) 086479175 fax (+39) 0864797207

 

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Gennaio 2015 10:30
 

Messa in TV nazionale Rete4 da Castelvecchio Subequo il 2/11/2014 ore 10:00

Email Stampa PDF

Castelvecchio Subequo. Messa domenicale in TV nazionale da Rete4 il 2/11/2014.

 

La Chiesa monumentale di San Francesco D’Assisi a Castelvecchio Subequo - paese di oltre 1000 abitanti, antica Superaequum, nel territorio del Parco Regionale Sirente Velino e della Comunità Montana Sirentina – farà da cornice alla trasmissione nazionale dell’emittente televisiva Rete4, durante la celebrazione della Santa Messa di domenica prossima 2 novembre, alle ore 10:00.

 

La funzione religiosa sarà officiata dal Vescovo della Diocesi di Sulmona-Valva Mons. Angelo Spina, concelebrata dal Padre Provinciale Fabrizio De Lellis, dal Parroco Padre Bonaventura Febbo e da Padre Massimiliano Di Carlo. La locale Corale ‘’Nuove Armonie Ensemble’’ animerà la cerimonia religiosa.

 

L’iniziativa è stata selezionata dall’emittente televisiva del Gruppo Mediaset su segnalazione dei Frati Minori Conventuali con la collaborazione dell’Associazione ‘’Sanguis Francisci’’ e dell’Amministrazione Comunale.

 

Collegarsi in tv con tutta l’Italia, nel trasmettere un evento religioso per un paese dell’Abruzzo interno, ricco di storia, arte e cultura, assume più valenze.

Per il paese, caratterizzato negli ultimi cinquant’anni da una vistosa emigrazione con intere famiglie ormai integrate prevalentemente nel nord Italia, la celebrazione in TV costituisce un momento di condivisione, raccoglimento e ricostituzione di una comunità, dispersa ma rimasta in ogni caso legata alle proprie radici culturali, tutelate da chi vi è restato.

E’ occasione, come valore aggiunto, per cercare di contribuire a celebrare e riscattare un territorio montano - seppur penalizzato nello sviluppo socio economico dalla posizione geografica e dall’isolamento dai maggiori centri urbani - grazie ad un sacro luogo francescano: Il complesso conventuale con Chiesa, inserito anche tra i ‘’Luoghi del cuore’’ sul sito del Fondo Ambiente Italiano.

Appuntamento dunque, per chi non potrà essere fisicamente presente all’evento, su Rete4 alle ore 10:00, domenica prossima 2 novembre da Castelvecchio Subequo, in provincia dell’Aquila.

 

Per info: Frati Minori Conventuali tel. 0864 79135

 

Comunicato a cura di Giovanni Pizzocchia, referente comunicazioni:

http://www.sycultour.eu/partners/mountain-community-sirentina-cms

 

 

ForumPA 2011 edizione XXII

Email Stampa PDF

Banner Linea Amica

E' partita la XXII edizione del ForumPA presso la Fiera di Roma. Presentata in anteprima, con una conferenza stampa del ministro Brunetta, la Carta d'identità del dipendente pubblico.

E' partita il 9 maggio la XXII edizione  del ForumPA presso la Fiera di Roma che continuerà fino al 12 maggio. In essa si nota subito il ministro Brunetta molto impegnato ed attivo in una serie continua di convegni e conferenze stampe per promuove con orgoglio la Pubblica Amministrazione curata dal suo dicastero.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2011 15:15 Leggi tutto...
 

Panorami

No images

SIT

SUAP

Traduci il sito

Calendario Eventi

Giugno 2017
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Che tempo fa?

hai inserito un codice WOEID inesistente. Vai qui Yahoo Weather Channel e cerca la tua citt tramite nome o CAP. Troverai il codice WOEID relativo alla tua citt, nella parte finale della barra degli indirizzi del browser.Il codice WOEID dovr essere inserito nel modulo mod_js_weather all'interno dell'interfaccia di amministrazione di Joomla.
hai inserito un codice WOEID inesistente. Vai qui Yahoo Weather Channel e cerca la tua citt tramite nome o CAP. Troverai il codice WOEID relativo alla tua citt, nella parte finale della barra degli indirizzi del browser.Il codice WOEID dovr essere inserito nel modulo mod_js_weather all'interno dell'interfaccia di amministrazione di Joomla.